Sei in » Cronaca
08/09/2017 | 20:54

Cocaina stipata in un cassetto della cucina, un bilancino di precisione, buste di plastica pronte all'uso ed una pistola carica e funzionante: e' quanto e' stato rinvenuto a seguito di una perquisizione in un'abitazione di Casarano. Per il 28enne sono scattati i domiciliari.


Droga e l'arma rinvenute durante la perquisizione


Casarano. Continua l’operazione Carabinieri del Nucleo Operativo e dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Casarano per contrastare i reati in materia di stupefacenti.
     
Durante il servizio di perlustrazione tra le vie strette del quartiere storico di Casarano, i militari, a bordo delle motociclette, hanno notato movimenti sospetti in prossimità dell’abitazione di Lucio Parrotto, classe 89, già noto alle Forze dell’ordine.
         
L’immediato intervento dei colleghi in borghese ha consentito di effettuare una perquisizione domiciliare e personale al sospettato.
     
L’operazione ha dato esito positivo: all’interno di un pensile della cucina sono state rinvenute 4 dosi di Cocaina,  per un peso complessivo di 4 grammi.
     
Poco distante dallo stesso mobile, è stato invece ritrovato il bilancino di precisione e diverse buste di plastica, utili al confezionamento delle dosi.
     
In aggiunta, durante la perquisizione, riposta in un armadio del bagno c’era una pistola di tipo revolver, carica, funzionante, priva di matricola, con all’interno 2 munizioni calibro 9X21.
     
In accordo con il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Lecce, Dott. Antonio Negro, Parrotto è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni.
      

A seguito delle operazioni di rito, è stato  accompagnato presso la propria abitazione, dove dovrà rimanere in regime di arresti domiciliari.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |